Cosa significa esattamente “biologico”? In cosa si differenzia da altri alimenti per l’infanzia?

ll mercato del biologico è in continua crescita, soprattutto per quanto riguarda gli alimenti per l’infanzia. Una scelta sicuramente dettata dal desiderio di tutelare i propri figli e di nutrirli con cibi sani e sicuri. Dopo essersi nutriti solo di latte, alimento buono, nutriente e che non desta troppe preoccupazioni nei genitori, per i neonati arriva finalmente il tempo di assaggiare il “cibo dei grandi". Ed è qui che le preoccupazioni dei genitori aumentano: il cibo che arriva sulla tavola sarà abbastanza sano e ricco di vitamine? O è meglio passare a un'alimentazione biologica?

Quali alimenti possono essere classificati "biologici"?

Dal punto di vista normativo, gli alimenti biologici sono i prodotti alimentari "ottenuti con metodo di produzione biologico" secondo quanto stabilito dal regolamento CEE 2092/91. Dal punto di vista pratico, l'agricoltura biologica è il sistema produttivo che, a partire dalla terra sino alla tavola, rispetta la salute dell'uomo e dell'ambiente.

Ma andiamo per punti:

1) L’agricoltura biologica predilige l’uso di risorse rinnovabili, il recupero e il riciclonon prevede l’uso di concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi e pesticidi in genere e ammette solo i concimi organici – letame, compost – o minerali o tecniche di lotta biologica contro le malattie del mondo vegetale. 

2) Affinché un prodotto sia biologico, deve essere prodotto su terreni lontani da fonti di contaminazione (fabbriche, autostrade) e sui quali non siano stati usati prodotti chimici per un certo numero di anni, in ogni caso non inferiore a due anni. I prodotti ottenuti in questo arco di tempo, anche se non é stato fatto uso di sostanze chimiche, non possono essere definiti biologici perché il terreno potrebbe ancora contenere residui di fitofarmaci.

3) La fertilità del terreno è ottenuta attraverso tecniche naturali, quali l’utilizzo come concime di sostanze organiche, residui di colture precedenti e il sovescio, che consiste nel sotterrare dopo la raccolta, piante che arricchiscano il terreno di composti organici e sopratutto di azoto. Al posto dei pesticidi si può ricorrere a macerati ed estratti di piante officinaliinsetticidi vegetali e insetti utili alla distruzione dei parassiti. La difesa dagli insetti dannosi viene, infatti, effettuata mediante lotta integrata con l’impiego di insetti pronubil’utilizzo di sostanze di origine minerale, vegetale, animale e di piante resistenti. E’ possibile evitare l’uso dei diserbanti con la rotazione delle colture ogni due anni e la difesa dalle malerbe viene effettuata senza alcun pesticida, utilizzando tecniche meccaniche, agronomiche e manuali.

4) Non vengono utilizzati né coloranti né conservanti e gli alimenti vengono lavorati, trasformati e confezionati nel pieno rispetto dei loro valori nutrizionali.

5) Nel caso di prodotti di origine animale, vengono scelte e selezionate le razze, il bestiame viene alimentato con mangime non trattato chimicamente, sono esclusi totalmente l’uso di antibiotici, ormoni o altri stimolanti della crescita. Nell’allevamento del bestiame il metodo biologico presta attenzione al benessere degli animali, lasciandoli pascolare in spazi aperti e limitando la densità dei capi allevati. L’alimentazione si basa su foraggi biologici e le cure devono rispettare precise regole.

Alimenti biologici per bambini: una scelta saggia.

Per tutti i motivi che abbiamo elencato sopra, i prodotti bio dovrebbero essere tenuti in grande considerazione nell’alimentazione dei bambini. L’apparato digestivo dei più piccoli risulta infatti essere assai più abile a metabolizzare e assorbire i nutrienti: ecco perché è così importante che il nostro bambino si alimenti con cibo privo di conservanti alimentari, coloranti o additivi chimici che possono risultare dannosi al suo organismo.

Quando acquistate cibo biologico per i bambini, controllate sempre l’etichetta: verificate innanzitutto gli ingredienti, che dovrebbero essere per la maggior parte quelli naturali e tradizionali, e fate un piccolo controllo sui “nomi difficili” che non conoscete, rivolgendovi in caso al vostro nutrizionista o pediatra.

Scegliere prodotti biologici: una scelta ambientalista.

Infine, scegliere prodotti biologici significa fare una scelta ambientalista e di coscienza, di salute e sicurezza per tutto il pianeta. 

 

Visitate il nostro Store Online e scoprite i prodotti bio disponibili!

Lascia un commento